Ultima modifica: 19 Giugno 2017

Galleria Mostre Museo Didattico

immagine museo didattico

MUSEO DIDATTICO

      Galleria fotografica Mostra 2015

      – Galleria fotografica Mostra 2016

      – Galleria fotografica Mostra 2017


 

Il Museo Didattico Polo Musis Permanente, realizzato da scuole della rete delle scuole pubbliche dei Municipi IV e V, ha sede in Via Tiburtina n. 695, padiglione nel complesso scolastico Lagrange.

La Filiera, che ha iniziato ad operare nel 13° distretto ed ora include anche scuole di altri distretti (12°), ha alla base, nelle scuole e tra le scuole, una ricerca-azione sulla didattica all’interno delle scuole stesse, che si basa sulla metodologia del compito reale, sull’ampliamento dei linguaggi e sulla comunicazione cosciente, sulla progettualità e documentazione, individuando nella realizzazione e gestione di un Museo Didattico il compito-prodotto assunto nei confronti del territorio, della sua realtà associativa e culturale.

Operare in Filiera vuol dire, quindi, vivere la scuola non solo come luogo di trasmissione di cultura, ma essa stessa luogo di ideazione e divulgazione di una cultura che non è più astratta, ma già inserita in un contesto reale, di una cultura spendibile e “spesa”. La scuola diventa così esemplificazione di come l’acquisizione di conoscenze e di competenze sia, e possa essere, strumento per ognuno per intervenire nel mondo reale.

Il Museo Didattico ha avuta assegnata e allestita dalla Provincia di Roma una sede, operante dall’inizio dell’anno scolastico 97/98, ricavata in un capannone utilizzato precedentemente come laboratorio dall’Istituto Tecnico Lagrange. Tale sede prevede spazi specifici per la fruizione di filmati, per la consultazione dei prodotti informatici e una saletta per la consultazione delle documentazioni. L’attuale allestimento rende maggiormente fruibile i diversi prodotti realizzati dalle classi delle diverse scuole in diversi ambiti (conoscenza del territorio: tradizioni, prospettive etc.; memoria storica diretta, cittadina, nazionale, internazionale; intercultura; il lavoro ieri e oggi; l’integrazione europea; comunicazione in varie forme; ambienti naturali, industrializzati, umanizzati; l’espressione dei sentimenti etc.) con diverse tecniche (plastici, modelli, simulazioni, prodotti informatici, ipertesti, composizioni fotografiche, filmati, pannelli interattivi, libri filmati, libri esplicativi, fumetti, “macchine” etc.), tutti accompagnati da una documentazione puntuale del percorso didattico svolto dagli alunni e dai docenti, dalla definizione della tematica e delle chiavi di lettura, della ricerca compiuta sulla tematica stessa, alla  individuazione del centro della comunicazione che porta alla formulazione del prodotto di comunicazione e alla sua realizzazione.

Il Museo Didattico vuole essere occasione di:

  • trasmissione di saperi comunicati in modo cosciente, finalizzato ed attivo dagli alunni e dalle scuole, attraverso prodotti realizzati con diversi linguaggi, unificando ed intrecciando tecniche e competenze diverse;
  • scambio e confronto tra gli operatori, docenti, alunni, della formazione sulla metodologia di sviluppo di apprendimenti reali;
  • presenza attiva della scuola sul territorio, tendenzialmente unitaria nella sua realtà dalla materna alle superiori, come agenzia culturale, realizzatrice di comunicazione corretta ed efficace interpretazione della realtà;
  • permanente luogo di incontro e di scambio tra la società tutta e la scuola.

Il Museo Didattico viene aggiornato ogni anno con i prodotti realizzati nel corrente anno scolastico.