Ultima modifica: 4 Settembre 2019

L’Istituto Via Cortina

Print Friendly, PDF & Email

ISTITUTO COMPRENSIVO “PIERSANTI MATTARELLA”


 

 L’Istituto Comprensivo Statale “Piersanti Mattarella” ex “Via Cortina”, che fa parte del IV Municipio di Roma,  si estende su un territorio comprendente due zone urbanistiche: Casal Bruciato e Casal Bertone. A breve esse saranno collegate da un segmento stradale di prossima apertura.

IMMAGINE CASAL BRUCIATO

I plessi di Via Cipriano Facchinetti, Via Sebastiano Satta e Piazza Balsamo Crivelli si trovano nella zona urbanistica di Casal Bruciato, che si estende nel quartiere Collatino. La zona, sorta tra gli anni Sessanta e Settanta su terreni lasciati a prato (ad esclusione di pochi nuclei abitativi), oggi è compresa tra via Tiburtina a nord e il tratto urbano dell’autostrada Roma-L’Aquila a sud, e tra le zone di Casal Bertone ad ovest e Verderocca ad est. Via di Galla Placidia ne costituisce il confine occidentale, mentre ad est via Filippo Fiorentini la separa da Verderocca. Il suo centro è la piazza Balsamo Crivelli, situata sul punto più elevato dell’area.

IMMAGINE CASAL BERTONE

Il plesso Randaccio, in piazza Tommaso De Cristoforis, e la Scuola Secondaria di primo grado, in via di Casal Bertone, sono ubicati nella zona urbanistica di Casal Bertone, nata intorno alla fine degli anni Venti in una zona caratterizzata da un’ampia collina, facente parte dei colli del Portonaccio. Il suo centro è la piazza S. Maria Consolatrice, su cui si affaccia l’omonima Parrocchia. Negli ultimi anni Casal Bertone è stato oggetto di un’importante riqualificazione urbana, che ha visto la costruzione di nuove strutture abitative e anche il rifacimento dell’esterno della Scuola Primaria Randaccio. Il parco in prossimità di via Pollio è stato ristrutturato di recente. L’imbocco della tangenziale est permette a Casal Bertone di collegarsi velocemente al raccordo anulare e all’autostrada; buono anche il collegamento con il centro.

 Nel complesso, i due quartieri evidenziano caratteristiche comuni:

  • Esiguità di luoghi di aggregazione e di spazi verdi.
  • Presenza di nuclei familiari con genitori lavoratori.
  • Presenza di pluralità etniche, sociali, culturali.

 In una realtà così variegata, ma al tempo stesso non particolarmente ricca di luoghi culturali, la scuola diventa promotrice di crescita del tessuto sociale. Quale comunità eletta allo sviluppo soprattutto dei giovani che vivono in questo territorio, la scuola è investita di un carico di responsabilità e di attese estremamente impegnative, alle quali cerca di rispondere utilizzando al meglio sia le competenze professionali del personale interno sia gli spazi, le strutture e le attrezzature che ha a disposizione.

IMMAGINE RISORSE BISOGNI OFFERTA FORMATIVA

 Un Istituto Comprensivo riunisce in una stessa organizzazione scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, vicine fra loro per collocazione nel territorio e accomunate da un obiettivo unico: creare un’identità interna necessaria per potersi proporre alla comunità locale, dando adeguate risposte formative ai bisogni emergenti e inserirsi, contemporaneamente, in uno scenario più ampio, qual è quello dell’Unione europea, che richiama il significato di una formazione di base più solida per lo sviluppo di una cittadinanza europea. La struttura orizzontale (tra sezioni/classi parallele, tra scuole dello stesso ordine) favorisce lo sviluppo di relazioni e sinergie tra scuola e territorio di appartenenza (quartiere, ente locale, …); la struttura verticale, invece, invita a riscoprire giorno per giorno le ragioni dello stare insieme tra soggetti diversi, senza perdere le precedenti identità, ma costruendo contemporaneamente una nuova prospettiva di lavoro proiettata verso il futuro. Se prima la scuola doveva dare a tutti opportunità di accesso all’istruzione, oggi c’è la necessità di garantire il successo formativo degli studenti, migliorando la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento. La scuola, in sostanza, deve investire sulle competenze dei futuri cittadini.

 L’I.C. “Piersanti Mattarella” è un modello integrato unitario tra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, tre istituzioni che mantengono la loro specificità, ma che danno vita a un ambiente professionale, un contesto organizzativo dove si determinano condizioni favorevoli per:

• la realizzazione della continuità educativa;
• l’eliminazione della discontinuità metodologico-didattica tra ordini di scuola e la ripetitività dei contenuti;
• il superamento delle gerarchie fra i tre ordini di scuola;
• un impianto organizzativo unitario e più stabile;
• il lavoro sulla continuità territoriale;
• l’utilizzo razionale delle risorse;
• il confronto e la crescita professionale.

 Ciò offre all’utenza esperienze coerenti relative alle diverse fasi di crescita.
 All’interno dell’I.C., operano un Collegio dei Docenti unitario e gruppi di progettazione didattica, in verticale. Gli uffici di segreteria, il Dirigente Scolastico, gli Organi Collegiali e i Collaboratori scolastici sono comuni per i tre ordini di scuola.
 L’I.C. ha come obiettivo quello di creare una comunità territoriale per sviluppare anche momenti di partecipazione e aggregazione democratica tra gli adulti, nel ruolo di genitori e soprattutto di cittadini. Si rivolge agli utenti, agli Enti locali, assumendosi la precisa responsabilità di garantire la formazione di un/a bambino/a dai 3 ai 14 anni, accompagnandolo/a nel passaggio da un’istituzione educativa all’altra, fornendo le migliori opportunità di apprendimento, adeguate all’età degli allievi, e sapendone riconoscere e rispettare la specificità e la diversità.  Per il genitore, la scuola promuove l’attenzione alla costruzione condivisa di un percorso formativo globale del bambino/ragazzo.

 

RAPPORTI CON IL TERRITORIO
L’istituto è inserito nella RETE TERRITORIALE del III E IV MUNICIPIO DI ROMA e nella rete delle scuole ASAL.
La rete Territoriale, che ha quale scuola capofila l’I.C. Anna Fraentzel Celli Roma, ha come finalità e obiettivi:
 Ricercare e favorire azioni comuni e coordinate per diffondere e sviluppare conoscenze e condivisione delle “buone pratiche” condotte dalle singole scuole della rete ed anche attraverso progetti di collaborazione su specifiche tematiche, coinvolgendo sia le singole componenti di dirigenza, docenti DSGA, personale ATA, genitori, sia l’intera comunità scolastica.
 Ricercare e favorire azioni comuni e coordinate per lo sviluppo dell’autonomia della scuola pubblica intesa come risorsa nel e per il territorio, con particolare attenzione alla cultura dell’orientamento.
 Coordinare azioni comuni in ordine alla gestione ed organizzazione delle specifiche attività istituzionali della scuola della rete (formazione, progettazione, ricerca, sperimentazione e innovazione, gestione delle risorse, valutazione) per ottimizzare l’uso delle risorse umane, strumentali e finanziarie, con riferimento sia alla gestione complessiva delle Istituzione sia al lavoro docente che al lavoro ATA.
 Raccordare le iniziative di carattere formativo, organizzativo e gestionale per sostenerne una coerente ed efficace diffusione nei territori dei Municipi III e IV e favorire altresì il confronto inter-istituzionale e la collaborazione con le amministrazioni locali e la USR Lazio.

L’istituto è, altresì, inserito nella rete delle scuole ASAL. L’Associazione è costituita al fine di rappresentare il sistema delle scuole pubbliche della regione Lazio e per sostenere le scuole aderenti nel raggiungimento dei fini istituzionali e al fine di promuovere la realizzazione e il rafforzamento dell’Autonomia Organizzativa e Didattica, secondo le disposizioni dell’Articolo21 della legge 59/97 e successive disposizioni attuative. L’Associazione assicura inoltre il coordinamento tra le scuole e tra Reti, associazioni e consorzi di scuole.
L’istituto rafforza, altresì, la propria offerta formativa con una serie di associazioni che operano al suo interno con attività culturali, sportive, musicali, ricreative.

  • Polisportiva EVERGREEN
    Ginnastica generale/masch.femm.
    Balli di gruppo
  • Coop.soc. ARL ONLUS PANDORA
    Supporto alle famiglie e alle mamme in difficoltà
    Interventi volti a contenere il fenomeno della dispersione scolastica
  • Polisportiva ARCI-UISP Casalbertone-Roma pallavolo
    Pallavolo- mini volley-mini basket- ginn.gen.per bambini e adulti –educ.mot . per l’ infanzia
  • EASYBASKET
    Psicomotricità scuola dell’ infanzia e attività motoria Easybasket nella scuola primaria
  • A.S.D. CASALBA
    Minivolley-minibasket-volley-basket ginnastica ritmica-coreographic team-ginnastica adulti-ginnastica dolce- corsi di nutrizione ed educ. Alimentare- scacchi/dama
  • Pol. CASALBRUCIATO (circ. Carl Levi)
    Attività motoria di base-minivolley-minibasket-pallavolo amatoriale misto-ginnastica dolce- ginnastica generale
  • BABY 2000
    Asilo nido-attività educative e ricreative
    Sostegno alle famiglie
  • PICCOLE BIRBE CRESCONO
    Servizio di pre/post scuola-accoglimento
  • Centro GIOIA INSIEME
    Servizio gratuito di supporto didattico-punto di aggregazione per bambini svantaggiati
  • ASS. CENTRO STUDI DANZA
    Baby dance- danza moderna- yoga thai chi salsa balli di gruppo / coppia
  • Cooperativa OLIMPIA ROMA
    Convenzione per l’utilizzazione della struttura sportiva e piscina con quote agevolate per gli utenti